Loading

Il Garda da un’altra prospettiva: prova il parapendio

Volare è una delle esperienze più emozionanti per l’uomo, che affascina da sempre e che, sul lago di Garda, si può concretizzare in un volo in parapendio. L’idea di sorvolare le acque del Benaco, vedere dall’alto gli scorci meravigliosi del più grande lago d’Italia con i suoi paesaggi mozzafiato può diventare realtà grazie ai centri e alle scuole di parapendio che ci sono anche sulla sponda veronese, non lontano dal comune di Garda.

Il volo in parapendio è un’esperienza unica, intensa e memorabile, specialmente per chi ama provare nuove emozioni!

Come diceva Leonardo Da Vinci, “quando avrai provato l’emozione del volo, una volta a terra camminerai con lo sguardo rivolto verso il cielo perché là sei stato e là vuoi ritornare”.

È da ritenersi a tutti gli effetti un’attività sportiva. Non ci si improvvisa ma ci si prepara nei centri giusti e con personale competente. Non richiede abilità specifiche, se si viene accompagnati da un istruttore esperto. Si può volare in tandem o anche in solitaria, in sicurezza, facendo prima un corso di preparazione che rilascia un attestato. La formula più diffusa e che vi consigliamo è quella del volo in tandem, con un accompagnatore-pilota. Così lui guida e voi vi godete in lago da una prospettiva insolita e indimenticabile.

Nella fase post Coronavirus, i voli sono ripresi in sicurezza, con qualche accortezza in più: nei centri si adotta la protezione integrale individuale, ovvero mascherina facciale protettiva, guanti, tuta completa (tipo quella da sci), igienizzazione delle mani e tramite spray di tutta l’attrezzatura usata, ogni volta che viene a contatto con la persona. A esclusione della fase di volo in tandem, cioè in coppia, in tutte le fasi di preparazione viene mantenuto il distanziamento sociale.
 

Parapendio: che bello, ma che cos’è?

Tecnicamente, per chi non lo ha mai visto, il parapendio è in sostanza un paracadute orientabile di forma rettangolare con profilo ad ala, fatto di tessuto leggero. È il mezzo di volo libero più semplice e leggero esistente, derivato dai paracadute da lancio pilotabili, sul finire degli anni ‘60. Viene usato per lanciarsi nel vuoto da pareti ripide di montagna o dalla sommità di un pendio per poi discendere in volo fino a valle.

Se decidete di volare in coppia, con un istruttore, l’intera esperienza dura un’ora e mezza, massimo due, tra tutto: incontro e breve spiegazione con l’istruttore, risalita in auto, preparazione del lancio, volo e rientro alla base.

La durata del volo dipende dalle condizioni meteo, siamo intorno ai venti minuti in media, ma può durare anche un po’ di più.  Nel volo tandem il passeggero può fare una breve prova di pilotaggio e, al termine, riceverà la foto ricordo della sua esperienza ad alta quota.

 
Come funziona? E quanto costa?

Con l’aumento della velocità il parapendio si apre e si gonfia grazie all’aria, che lo sostiene e gli permette di spiccare il volo. Una volta decollato, sfrutta il peso per avanzare e creare così la portanza che lo sostiene, esattamente come farebbe un aereo. È abbastanza semplice da governare e consente di vedere il paesaggio con occhi nuovi.

Accanto al parapendio monoposto o in solitaria, come accennato, c’è il parapendio tandem, usato per le escursioni turistiche. Questa consente a tutti, anche senza la capacità di pilotare un parapendio, di provare l’ebbrezza di attraversare i cieli ammirando il panorama da una prospettiva unica, con la compagnia di un esperto che guida il volo. L’ospite non fa altro che fidarsi e godersi il suo spettacolare volo!

I corsi e l’attrezzatura hanno prezzi anche elevati, dai mille euro in su, ma per chi vuole solo provare per una volta l’ebbrezza del volo, un’escursione in parapendio biposto (tandem) costa circa dagli 80 ai 180 euro, a seconda del centro, del luogo e della durata.

 
Attrezzatura e abbigliamento consigliati per il parapendio

Premesso che per volare ci si rivolge a un centro specializzato, pur non essendo un’attività troppo rischiosa, se praticata con responsabilità e con la guida di una persona esperta, per l’uscita in alta quota sono necessarie alcune cose:

Il casco, a scopo preventivo, per evitare infortuni.

La vela, che è il cuore del paracadute, e può essere di vari materiali e dimensioni a seconda del tipo di parapendio.

Gli imbraghi, in quanto l’imbragatura serve per assicurare il pilota e l’eventuale passeggero alla vela, tramite cinture di stoffa e agganci.
Il paracadute d’emergenza, sempre a scopo preventivo.

Abbigliamento comodo e scarpe da trekking per l’utente che vola, considerato che in alto la temperatura è più bassa e si vola ai 40 km orari, per cui si consigliano giacca a vento o piumino con sciarpa e guanti, a seconda della stagione.
Voi vi dovrete preoccupare solo del punto cinque, perché al resto pensa il centro di volo a cui vi rivolgerete.
 

Dove provare il parapendio sul Garda?

Intorno al lago di Garda ci sono diversi centri specializzati e scuole di parapendio.

Ne segnaliamo alcuni, per chi volesse provare questa esperienza durante un soggiorno presso il nostro hotel a Garda:

-        a Costermano: Teti Extreme http://www.yetiextreme.it/ 
-        a Malcesine: Voli Tandem http://www.tandemparagliding.eu/
-        a Caprino Veronese: Scuola di volo e parapendio Deltland https://www.deltaland.it/
-        sul Monte Baldo: http://funiviedelbaldo.it/it/parapendio/