Loading

Mille Miglia sul Garda: un museo viaggiante unico al mondo

Il rombo dei motori, il glamour delle auto d’epoca, il fascino dei vestiti e dello stile di una volta, rievocati anno dopo anno in una kermesse che ogni appassionato di auto sogna di vedere: parliamo ovviamente della Mille Miglia, la gara di auto d’epoca - o forse sarebbe meglio dire la parata - che attraversa l’Italia in senso orario da quasi un secolo.

La Mille Miglia ha una storia unica, che inizia nel 1927 come una protesta giocosa di quattro amici che idearono e organizzarono una gara di velocità in linea (e non a tappe, come poi avvenne) in risposta a un “oltraggio”: la mancata assegnazione a Brescia, loro città natale, del Gran Premio d’Italia, organizzato per l’occasione nel nuovissimo autodromo di Monza.

Personaggi particolari, provenienti dal gotha della società bresciana, già allora centro industriale di grande importanza. I quattro moschettieri delle Mille Miglia erano il conte Aymo Maggi, il conte Franco Mazzotti, Renzo Castagneto e Giovanni Canestrini. Nobili, quindi, ma anche imprenditori e giornalisti, appassionati d’auto e di corse.

Crearono dal nulla qualcosa di unico, una gara folle nella sua idea iniziale: un percorso a forma di “otto”, che da Brescia scendeva fino a Roma e ritorno, lungo 1600km, o meglio ancora Mille Miglia.

L’eccitazione era grande, e l’idea di una gara di resistenza simile galvanizzò l’opinione pubblica, tanto che sui giornali uscirono articoli di questo tenore:

«Mille Miglia; qualcosa di non definito, di fuori dal naturale, che ricorda le vecchie fiabe che da ragazzi ascoltavamo avidamente, storie di fate, di maghi dagli stivali, di orizzonti sconfinati. Mille Miglia: suggestiva frase che indica oggi il progresso dei mezzi e l'audacia degli uomini. Corsa pazza, estenuante, senza soste, per campagne e città, sui monti e in riva al mare, di giorno e di notte. Nastri stradali che si snodano sotto le rombanti macchine, occhi che non si chiudono nel sonno, volti che non tremano, piloti dai nervi d'acciaio.»

(Giuseppe Tonelli, da: 100 macchine si lanciano da Brescia per le "Mille Miglia", La Stampa, 27 marzo 1927)


Alla prima edizione parteciparono 77 equipaggi e il vincitore chiuse l’intero percorso in 21 ore, 4 minuti e 48 secondi. 

La corsa divenne così famosa che il tracciato venne cambiato numerose volte per includere nuove città e località come tappa.
 

Il Lago di Garda, con le sue bellezze, non poteva certo mancare.

Oggi la Mille Miglia passa per Salò e Desenzano del Garda, e tutte le volte è una grande festa. Le auto ammesse alla competizione sono tutte esclusivamente d’epoca, fabbricate tra il 1927 e il 1957, ultimo anno dell’edizione storica.

Nel 1977, la Mille Miglia risorse dalle proprie ceneri e divenne la kermesse automobilistica di rievocazione storica più seguita d’Italia.

Quest’anno, i luoghi vicini al lago di Garda toccati dalla Mille Miglia saranno Salò, Sirmione, Desenzano del Garda e il meraviglioso Parco Sigurtà, una delle gite “fuori porta” preferite dai nostri ospiti. 

La magia e l’eccitazione di una gara fuori dal tempo, che ha fatto la storia dell’automobilismo italiano vi aspetta mercoledì 15 giugno 2022: dopo la partenza da Brescia le auto si dirigeranno verso il Lago di Garda, prima Salò poi Desenzano del Garda e Sirmione da dove sfileranno attraversando il Parco Giardino Sigurtà, Mantova e Ferrara e raggiungere Cervia-Milano Marittima per la fine della prima giornata.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di visitare il bellissimo sito dedicato 1000miglia.it o fermarvi in reception. Siamo anche noi grandi appassionati!