Loading

Primavera, il periodo migliore per una vacanza sul Lago (leggere per credere!)

Aria di primavera! Quale momento migliore per una gita fuori porta? Data l’impossibilità di visitare mete esotiche, gli italiani stanno riscoprendo le meraviglie di cui sono circondati.

Viviamo in un paese meraviglioso, dal patrimonio culturale e naturalistico assolutamente unico: restrizioni a parte, basta una gita fuori porta o tuttalpiù qualche ora di treno per raggiungere ogni angolo della nostra bella Italia e regalarsi una vacanza meravigliosa.

Ci sono luoghi come il Lago di Garda che offrono davvero tutto, dal relax più totale di una spiaggia sulle rive del lago ai percorsi naturalistici sul Monte Baldo, passeggiate e itinerari culturali e turismo enogastronomico di altissimo livello in ogni stagione dell’anno.

Tra tutte, il periodo migliore per una vacanza sul Lago di Garda è senza dubbio la primavera, soprattutto per le famiglie e chi ama la vita all’aria aperta. Il microclima del Lago è particolarmente mite e già da fine marzo il sole scalda dolcemente le sponde.

Nell’aria già si sente il profumo degli olivi e dei limoni trasportato sulle spalle dei venti del Garda, che soffiano leggeri sull’acqua e fanno la felicità degli appassionati di vela e di windsurf, che frequentano il lago tutto l’anno.

Durante la primavera il Lago si mostra in tutta la sua bellezza. I crinali si coprono di verde smeraldo, i prati e gli alberi in fiore sono una gioia per gli occhi. Ovunque il cinguettìo degli uccelli e delle rondini che tornano dal Nord Africa annunciano l’arrivo della primavera e la rinascita della vita.

Da marzo a maggio il Lago regala giornate perfette per uscite in barca, per le escursioni a piedi e per gli itinerari in bicicletta e e-bike.  

Anche un semplice pic-nic immersi nella natura è una gioia per lo spirito e una festa per gli occhi, magari dopo una piacevole passeggiata in uno degli innumerevoli percorsi che dalle rive portano su, fino alle vette del Baldo, dove vi aspettano panorami mozzafiato.

Le piste ciclabili circondano il lago e offrono centinaia di km di percorsi su strada e sterrato che uniscono i paesini, con i loro caratteristici porticcioli e dove è possibile visitare le rocche di epoca medievale.

Proprio il lungolago in questo periodo si anima e diventa un luogo meraviglioso per un aperitivo e una cena alla luce dorata del sole che tramonta a ovest, sulla sponda bresciana.

Da non perdere i numerosissimi eventi che – proprio in primavera – animano le località del lago: dai fuori-fiera del Vinitaly alle sagre locali, dove assaggiare le tipicità enogastronomiche e vivere il lago come un vero gardesano!

Per chi non vuole rinunciare al lusso e al relax più totale poi, il lago offre numerose SPA e impianti termali per una vera ricarica fisica e spirituale prima di riprendere la quotidianità al ritorno da una vacanza da sogno.

Ma tornando al titolo del nostro articolo, c’è un motivo più di altri per cui vale la pena visitare il lago in questo periodo: la fioritura primaverile del lago di Garda, che con la sua incredibile biodiversità trasforma il paesaggio in una vera esplosione di colori.

otrete ammirare la rara peonia selvatica o una delle 60 specie di orchidee che crescono solo qui, tra le acque del Garda e le cime del Baldo.